Seguici sui Social



Politica

Caso rimborsi, Scafarto chiarisce: “In giro per l’Italia per aggiornarmi e migliorare la città”

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Riceviamo e pubblichiamo i chiarimenti dell’assessore Gianpaolo Scafarto, in seguito all’articolo pubblicato da StabiaNews.it dal titolo Spese per 1300 euro rimborsate all’assessore: viaggi a Bologna per progettare la rivoluzione traffico (mai partita!).

Di seguito l’intervento integrale:

Ho sempre pensato che lo studio e l’aggiornamento quotidiano rappresentano l’elemento chiave per dare impulso alla ricerca di soluzioni per migliorare la mia città. Ed è per questo che partecipo a meeting, fiere, congressi nazionali che attengono alle deleghe che mi sono state conferite dal sindaco.
La smart city, i sistemi intelligenti interattivi, la gestione dei big data sono tutti temi trattati nel corso dei congressi a cui ho partecipato. Temi che ritengo sia essenziale studiare e sviluppare per dotarci di sistemi all’avanguardia, in grado di migliorare la vita di tutti. Con questo spirito ho partecipato ai convegni, per aggiornarmi, studiare, conoscere nuove tecniche e metodologie.
Dal Pum alle telecamere intelligenti, dal tema della sicurezza ai nuovi sistemi delle isole ecologiche che ci consentiranno di abbandonare la raccolta differenziata porta a porta in favore di un meccanismo al passo coi tempi, più efficiente e più economico, che ci consentirà di adottare la tariffazione puntuale e di premiare i cittadini virtuosi.
Questo e molto altro ho approfondito a Bologna, Rimini, ma anche a Venezia, Firenze, Roma, Trento, dove sono stato invitato a fiere e congressi sui temi sopra elencati. Ed anche a tutti i convegni e congressi organizzati in Campania sono stato sempre presente.
Potrei raccontare di essermi fiondato in un treno alle 6 del mattino per andare a mangiare una piadina romagnola. Ma sono a dieta. E forse questo lo sanno in pochi, perché è l’unica cosa che non risulta pubblicata sugli atti.


Politica

Parco Lattari, il Pd stabiese in missione da Mastursi per “tagliare” il pupillo di De Luca. Spunta l’ipotesi Corrado

Pubblicato

il

Non solo un documento, ma anche una visita a Palazzo Santa Lucia per mettere le cose in chiaro. L’oggetto è il rinnovo della carica di presidente dell’ente Parco dei Monti Lattari, sinora ricoperta (anche oltre la scadenza naturale del mandato) dal pupillo di De Luca, Tristano Dello Ioio. La missione del Pd stabiese ha come obiettivo quello di aprire un dialogo ed essere un soggetto interlocutore del presidente della Regione. Quale migliore occasione, in prossimità della nomina all’Ente Parco. Così una delegazione dem è partita alla volta di Santa Lucia ed ha avuto – secondo i bene informati – un colloquio con Nello Mastursi, capo della segreteria di De Luca. I democrat vogliono essere sicuri che non arrivi il rinnovo della carica a Dello Ioio, con cui i rapporti non sono mai stati dei migliori. Non ultima la recente polemica sui migranti sbarcati a Nerano e la dichiarazione “non possiamo accoglierli tutti” di Dello Ioio che fece infuriare il Pd stabiese, ma anche tutti i circoli dem dei Monti Lattari. Ma, soprattutto, i dem vogliono essere sicuri di non ritrovarsi Dello Ioio in corsa per la designazione del candidato sindaco nel 2023.

Così iniziano a trapelare anche i primi nomi di potenziali successori del pupillo di De Luca. Tra questi c’è Nicola Corrado, ex vicesindaco e assessore all’Ambiente, ora ispiratore di tante iniziative per rilanciare il Faito, tanto da essere ribattezzato ormai il “sindaco di Faito”. Un nome che potrebbe mettere tutti d’accordo.

Daniele Di Martino

Continua a leggere