Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, in fiamme guardiania del passaggio a livello di Via Mele

Pubblicato

il


Intervento dei vigili del fuoco

Castellammare di Stabia. Intervento dei vigili del fuoco in via traversa Mele a ridosso del passaggio a livello delle ferrovie dello Stato. La 6B del distaccamento di Castellammare di Stabia è stata allertata dagli agenti del commissariato di Castellammare per delle fiamme che hanno interessato un casolare abbandonato che in precedenza era utilizzato dal personale delle ferrovie addetto al passaggio a livello. Il manufatto, in disuso da anni era spesso rifugio di senzatetto per trascorrere la notte. Da comprendere la natura dell’incendio essendo la struttura priva di collegamento con l’energia elettrica. Dopo le operazioni di spegnimento saranno effettuati tutti i rilievi del caso in attesa del personale delle Ferrovie. adc

LEGGI  Coronavirus, Castellammare chiude la fase 1 con zero casi positivi

Cronaca

GRAGNANO | Revocato lo sciopero dei netturbini

Pubblicato

il

In accordo con le sigle sindacali, è stato revocato lo sciopero programmato inizialmente il 25 febbraio 2021 nelle città di Afragola, Gragnano, Ercolano, Nola, San Giorgio a Cremano. “La Buttol Srl ringrazia le parti sociali per aver intrapreso un nuovo percorso condiviso, fondato sulle politiche di rigore e di rispetto delle regole, portate avanti dall’Azienda senza alcuna esitazione – fa sapere l’azienda- Il nuovo management della Buttol Srl, con in prima linea il direttore generale Avv. Gerardo Calabrese, l’ing. Francesco Iacotucci e il dott. Luca Di Monte, coordinati dal presidente del Cda Gen. Franco Mottola, ha intrapreso un nuovo percorso nelle relazioni sindacali nel solco della legalità già tracciato.
Oltre ai diversi aspetti operativi e relativi alla sicurezza sul lavoro, è stata dichiarata tolleranza zero verso i dipendenti ritenuti «infedeli» che danneggiano l’immagine non solo dell’azienda ma anche dell’intera categoria.
Discorso diverso per Torre del Greco, i cui dipendenti non hanno revocato lo sciopero per motivi legati alla retribuzione accessoria e non dovuta per contratto. Per evitare le 24 ore di astensione dal lavoro, i lavoratori chiedono più bonus e la revoca degli ultimi licenziamenti per giusta causa. Su questo fronte la Buttol non arretrerà di un millimetro: chi si macchia di reati e causa un danno all’Azienda e al Comune di appartenenza non riceverà sconti”.

Continua a leggere