Seguici sui Social

Politica

Il rimpasto di giunta è un mistero, ora scendono in campo i big di Forza Italia: Russo, Cesaro e Martusciello

Pubblicato

il


Il rimpasto di giunta resta un mistero. Nelle ultime ore i telefoni sono di fuoco, ma non arrivano segnali di distensione. I partiti della maggioranza erano convinti di poter chiudere la partita con poche mosse. E invece a complicare il tutto è stata la staffetta tra Vincenzo Ungaro e Emanuele D’Apice alla presidenza del consiglio comunale. “Non si capisce questa attesa, eppure abbiamo dato piena disponibilità al sindaco a raggiungere un accordo”, è la voce di dentro il centrodestra. Mentre Cimmino continua a riferire di essere pronto, non appena arriveranno le dimissioni di Vincenzo Ungaro. Quindi il nodo finale da sciogliere è soltanto il problema politico che si è venuto a creare nella lista Cimmino Sindaco.

Nelle ultime ore la patata bollente è passata nelle mani dei vertici provinciali e regionali di Forza Italia. Fulvio Martuciello, Luigi Cesaro e Paolo Russo sono alle prese con il caso Castellammare. Per risolvere il rebus, il sindaco Cimmino e la sua lista hanno chiesto l’aiuto dei big del partito. Non è escluso che sul piatto delle trattative arrivi qualche incarico fuori dall’orbita di Palazzo Farnese, così da sciogliere tutti i nodi e portare a termine l’operazione rimpasto di giunta.

LEGGI  Il PD risponde a Scafarto sulla questione rifiuti: "Si assuma la responsabilità e non dia sempre la colpa agli altri"

Nell’attesa, se davvero l’ultimo nodo è rappresentato dalla presidenza del consiglio e quindi dalla staffetta Ungaro-D’Apice, è facile immaginare una soluzione tampone: procedere al rimpasto di giunta e quindi alla nomina degli assessori e lasciare in stand by la questione presidenza, così da avere un confronto più serrato e prolungato tra i fedelissimi della lista Cimmino Sindaco. Più che uno scenario, potrebbe essere un consiglio.

Daniele Di Martino


Politica

Cinque milioni per salvare la spiaggia di via De Gasperi: arrivano i fondi dal Viminale

Pubblicato

il

Quasi cinque milioni di euro per recuperare la piaggia di via De Gasperi. Il ministero dell’Interno ha assegnato il finanziamento milionario al Comune di Castellammare, con l’obiettivo di recuperare qualche metro di arenile e sottrarlo all’erosione.

In pratica si tratta di scogliere a «pennelli» che saranno posizionate lungo la costa a nord di Castellammare: in tutto 6 posti trasversalmente alla costa. Negli anni, infatti, gli edifici (molti dei quali capannoni dismessi) di via De Gasperi hanno dovuto fare i conti con il mare sempre più minaccioso. In qualche punto, addirittura, sono pochissimi i metri che dividono le proprietà private dalla battigia. Il tentativo, dunque, è quello di far arretrare il mare e avere una spiaggia più ampia. Arenile che, secondo le intenzioni dell’amministrazione, potrà essere dato in concessione in un futuro prossimo.

LEGGI  Maltempo, valzer dell'ordinanza del Sindaco ma le scuole resteranno aperte

Interventi sono previsti, sempre attraverso posizionamento di scogliere, anche a Pozzano e precisamente in corrispondenza de «La Rotonda» e de «La Palombara», altri due punti che necessitano di attenzione.

Daniele Di Martino

Continua a leggere