Seguici sui Social

Cronaca

Covid, anche i medici di famiglia faranno i vaccini

Pubblicato

il


In vista della seconda fase della campagna vaccinale anti covid 19, l’Asl Napoli 3 Sud e i medici di medicina generale sigleranno domani (19 febbraio 2021) alle 13:30 presso la sede aziendale a Torre del Greco, un accordo operativo per la somministrazione delle dosi.

Si tratta del primo protocollo di questo tipo ad essere reso operativo a livello nazionale. Il documento sarà siglato dai dal direttore generale Asl Napoli 3 Sud Gennaro Sosto, dal direttore sanitario Gaetano D’Onofrio e dai rappresentanti dei medici di medicina generale operanti sul territorio Asl Napoli 3 Sud.

L’accordo prevede preliminarmente l’analisi delle disponibilità di strutture idonee ad accogliere i punti vaccinali di popolazione (Pvp), concordando con i comuni coinvolti i siti disponibili che dovranno averetutti i requisiti, strutturali, organizzativi, tecnologici e gestionali previsti dalle linee guida per gli ambulatori vaccinali.

Inizialmente, si ipotizza, l’attivazione di 4/6 Pvp o in sedi messe a disposizione delle Aggregazione Funzionali Territoriali (Aft) dei medici di base, dal comune di riferimento, o sedi dell’Asl Na 3 Sud, uniformemente distribuiti su tutto il territorio aziendale ai quali farà riferimento la popolazione di altri distretti sanitari adiacenti o limitrofi.

Successivamente si procederà all’attivazione, secondo un criterio di crescente necessità, di un Pvp per ogni distretto sanitario fino a 30 punti complessivi.

In caso di maggiore disponibilità dei vaccini a disposizione dell’Asl, con il conseguenziale aumento esponenziale del numero di cittadini da vaccinare, saranno attivati, di volta in volta a seconda di specifiche necessità territoriali, nuovi punti vaccinali.

Ogni ambulatorio vaccinale avrà una dotazione organica composta da 1 medico coordinatore, 2 medici di assistenza primaria, 12 infermieri vaccinatori,almeno un operatore socio sanitario e 1 addetto amministrativo/informatico.

Due medici di medicina generale, sempre contemporaneamente, opereranno su turni di 6 ore ciascuno dal lunedì al sabato

LEGGI  Week end di San Valentino: ristoranti e b&b pieni. Traffico verso la penisola

Cronaca

Gragnano, sconto tari del 20% a commercianti che resistono alla crisi del Covid

Pubblicato

il

Credito di imposta del 20% sulla tari 2021 per commercianti ed operatori turistici che resistono alla crisi del Covid

Gragnano. Il comune tende una mano alle attività commerciali che, alle prese dall’emergenza Coronavirus che ha portato ad un calo delle entrate, resistono e non chiudono mantenendo i livelli occupazionali. L’amministrazione guidata da Paolo Cimmino, utilizzando l’avanzo del ristoro previsto dalla Stato a favore degli enti locali nell’ambito del Decreto Ristori bis, ha predisposto che soggetti commerciali che hanno avuto un calo di vendita o dovuto chiudere le attività a causa dell’emergenza Coronavirus uno “sconto” straordinario a valere sul pagamento della Tari 2021. Il budget messo a disposizione è di 150 mila euro e verrà assegnato sulla base di un avviso pubblico e della verifica dei requisiti. Il contributo sarà, infatti, erogato solo al momento del pagamento della quota Tari 2021, mediante un meccanismo di riemissione dell’avviso con uno sconto del 20% da parte del concessionario alla riscossione Publiservizi. «Abbiamo utilizzato – spiega il primo cittadino – i risparmi del Decreto Ristori per sostenere lo sforzo di quasi tutti gli operatori commerciali e turistici di Gragnano. Si tratta di una misura che segnala il modo originale attraverso cui la fiscalità comunale può aiutare commercio e occupazione. Ci auguriamo di poter ripetere questa operazione anche nel 2022, in relazione al maggior peso dell’autonomia finanziaria degli enti locali. Il provvedimento adottato segnala come le buone pratiche dei Comuni possano sostenere la ripresa della nostra economia, soprattutto se ci sarà un’espansione dei trasferimenti dal centro agli enti locali». Mariarosaria Greco

LEGGI  Morto Raffaele Cutolo, fondatore della NCO
Continua a leggere