Seguici sui Social

Politica

Italia Viva, Psi e Più Europa: l’esordio del polo riformista stabiese: “È l’ora delle scelte forti”

Pubblicato

il


“È l’ora delle scelte forti!”. È l’esordio del polo riformista stabiese. Un appello accorato al sindaco Gaetano Cimmino per mettere un freno ai contagi vertiginosi di Castellammare. Sono Italia Viva, Più Europa è Partito Socialista a presentarsi per la prima volta con la stessa voce, alternativa anche se non incompatibile con il Pd, ma ormai verso un’autonomia sotto il vessillo del “riformismo”.

Un nuovo polo, una possibile alleanza alternativa al centrosinistra vecchio stampo. E che ora fa sentire forte la sua voce chiedendo misure drastiche al sindaco per fermare il contagio: “Più Europa, Italia Viva, Partito Socialista preoccupati dal crescente numero di contagi in città, chiedono al primo cittadino un momento di confronto e di verifica sulle decisioni da assumere.
I numeri parlano chiaro, 144 contagi da Coronavirus in un solo giorno attestano che Castellammare sta vivendo un momento difficile, forse il più difficile da inizio pandemia. Il ritmo incessante di positivi comunicati quotidianamente dall’Asl e le continue richieste di tampone confermano che stiamo prendendo una discesa pericolosa.
In un momento così difficile serve a nostro avviso un’assunzione di responsabilità. Blocco delle attività alle ore 18 e la DAD ancora devono dare i loro frutti.
Nel ringraziare le forze produttive della città e le attività commerciali per gli sforzi sostenuti chiediamo ora alle istituzioni di essere più incisive. Urge un confronto con tutte le forze politiche per cercare insieme di trovare la soluzione più adeguata al momento difficile che la città sta vivendo. Sappiamo bene che richiedere una nuova ‘zona rossa’ significherebbe creare disagio ai tanti cittadini stabiesi che stanno rispettando le regole, ma è necessario porre un freno immediato al contagio ormai dilagante in città prima che la situazione diventi ingestibile perché È ormai chiaro a tutti quanto sia importante la dimensione tempo in una pandemia”.

LEGGI  Covid, ancora in calo la curva dei contagi in Campania

Daniele Di Martino


Politica

Cinque milioni per salvare la spiaggia di via De Gasperi: arrivano i fondi dal Viminale

Pubblicato

il

Quasi cinque milioni di euro per recuperare la piaggia di via De Gasperi. Il ministero dell’Interno ha assegnato il finanziamento milionario al Comune di Castellammare, con l’obiettivo di recuperare qualche metro di arenile e sottrarlo all’erosione.

In pratica si tratta di scogliere a «pennelli» che saranno posizionate lungo la costa a nord di Castellammare: in tutto 6 posti trasversalmente alla costa. Negli anni, infatti, gli edifici (molti dei quali capannoni dismessi) di via De Gasperi hanno dovuto fare i conti con il mare sempre più minaccioso. In qualche punto, addirittura, sono pochissimi i metri che dividono le proprietà private dalla battigia. Il tentativo, dunque, è quello di far arretrare il mare e avere una spiaggia più ampia. Arenile che, secondo le intenzioni dell’amministrazione, potrà essere dato in concessione in un futuro prossimo.

LEGGI  Castellammare. Cimmino scrive al Governo per il rifinanziamento del progetto Apu, Nastelli: "Grazie per aver accolto la mia proposta"

Interventi sono previsti, sempre attraverso posizionamento di scogliere, anche a Pozzano e precisamente in corrispondenza de «La Rotonda» e de «La Palombara», altri due punti che necessitano di attenzione.

Daniele Di Martino

Continua a leggere