Seguici sui Social

Calcio

Juve Stabia-Mastalli ai titoli di coda

Pubblicato

il


L’addio era nell’aria. Mastalli e la Juve Stabia si saluteranno a fine stagione dopo stagioni di amore puro.

“C’eravamo tanto amati”, potrebbe essere questo il titolo dell’avventura a Castellammare di Stabia di Alessandro Mastalli. Sono tanti i tifosi gialloblu’ che nelle ultime settimane si sono chiesti: “Dove è finito Mastalli?”. Il centrocampista classe 1996 pare essere sempre più lontano dal proseguire la sua carriera con la Juve Stabia. L’attuale capitano delle Vespe non rinnoverà il suo contratto con la società gialloblu’, come aveva dichiarato la proprietà qualche tempo fa, per proseguire la sua carriera altrove. Il contratto, in realtà, era stato offerto al calciatore, ma l’atleta avrebbe in mente di provare una nuova esperienza e probabilmente vorrebbe spostarsi più al nord per motivi extracalcistici. Una separazione che, forse, farebbe bene sia al calciatore sia alla piazza perché il vero Mastalli non si vede ormai da anni al Romeo Menti per motivi fisici.

Andiamo, infatti, con ordine. Oltre alla questione rinnovo, Mastalli continua ad accusare dolore al ginocchio infortunato ormai due anni fa e con ogni probabilità non vedrà il campo fino alla fine della stagione. Potrebbe giocare, infatti, solo le ultime partite stagionali con la maglia gialloblu’ per rendere omaggio a questi colori e congedarsi magari con qualche prestazione importante per salutare una piazza che in questi anni l’ha amato e rispettato nonostante tutto. C’è da sottolineare, però, che anche il ragazzo, in questi anni complicati, ha sempre mostrato professionalità e amore verso la maglia e verso i meravigliosi tifosi stabiesi. Spesso, infatti, Mastalli ha proferito parole d’amore verso i suoi supporters, soprattutto nel periodo in cui si è dovuto fermare per il gravissimo infortunio al ginocchio.

LEGGI  Juve Stabia, a Pordenone senza bomber Forte

Un’altra chiave di lettura, legata al centrocampista ex Milan, potrebbe essere anche l’acquisto dell’ultim’ora, Sergiu Suciu. Il centrocampista ex Venezia è stato acquistato dal mercato degli svincolati proprio per sopperire all’assenza attuale di Mastalli ma non solo. La società, con questo acquisto, ha già posto le basi per il futuro. Profili come Suciu andranno a rimpiazzare gente come l’ormai ex capitano gialloblu’. Una programmazione ambiziosa quella della presidenza targata fratelli Langella, il cui obiettivo resta quello prefissato da tempo: serie B in tre anni.

La situazione intorno a Mastalli, dunque, è questa qui eccetto clamorose sorprese a fine stagione. Si è aperta, allora, una questione all’interno dello spogliatoio gialloblu’: chi sarà il prossimo capitano da qui a fine stagione? Il gruppo sembra essere orientato verso un nome in particolare, quello di Danilo Russo. Stabiese doc e portiere di enorme affidabilità, da quando è tornato in campo ha riportato serenità a un reparto e all’intero ambiente. Dopo la buonissima vittoria di ieri in casa della Cavese, la Juve Stabia dovrà confrontarsi in questi mesi con una situazione non troppo simpatica: separarsi gradualmente dal proprio capitano. Ma nel calcio moderno, si sa, gli amori, anche quelli più forti e sinceri, prima o poi finiscono.

ANTONIO CARLINO & GIANLUCA APREA/”FORZA VESPE”


Calcio

Juve Stabia, l’eurogol di Borrelli la giusta ricompensa per questo giovane attaccante

Pubblicato

il

Un super gol di Borrelli ha regalato i tre punti alla Juve Stabia contro il Bisceglie. Un gol meritato per un ragazzo sempre concentrato e generoso in campo.

La vittoria di Bisceglie, per la Juve Stabia, è la terza vittoria consecutiva in trasferta. Un bel bottino, un dato importante per provare a conquistare i tre punti nuovamente anche in casa, mercoledì pomeriggio, contro il forte Bari. Una vittoria “sofferta” in terra pugliese. Una di quelle vittorie che a fine stagione pesano più di altre. Dopo una prestazione certamente non brillante, contro un avversario rognoso. Pochi appunti e spunti tattici. Ormai il consolidato schieramento a tre in difesa, quattro centrocampisti e tre giocatori offensivi di cui uno alle spalle delle due punte, è diventato una certezza. Poco da dire da questo punto di vista.

Tanto da dire, invece, per un gesto tecnico spettacolare da parte del giovane classe 2000 Gennaro Borrelli. Il classifico gol della domenica, anzi del sabato. Controllo di petto, sfera che scende perfettamente sul destro e girata volante all’angolino. Piccolo particolare: l’attaccante era quasi fuori area. Una mezza rovesciata destinata ad entrare nella storia dei gol più belli di sempre della Juve Stabia. Un gesto tecnico difficilmente che dalle parti del Romeo Menti dimenticheranno. Un gesto tecnico che ha illuminato un pomeriggio grigio e avaro di spunti tecnici degni di nota, sia da una parte che dall’altra. Questo gol, per questo ragazzo, è strameritato. Un ragazzo che interpreta sempre alla grande le partite merita di vivere l’emozione di segnare gol del genere. Ed è questo l’augurio più grande che si possa fare a questo giovane calciatore: altri 100 di questi gol belli e da tre punti. Complimenti Gennaro!

LEGGI  Juve Stabia, alta intensità negli allenamenti: il Pescara si avvicina
Continua a leggere