Seguici sui Social

Calcio

La Juve Stabia è viva. E qualcuno dovrebbe scusarsi con mister Padalino

Pubblicato

il


La domenica calcistica ha sorriso alla Juve Stabia di mister Padalino. Una vittoria sul difficile campo della Virtus Francavilla grazie alla rete di Orlando su assist di Fantacci. I due migliori calciatori delle Vespe, giusto per sottolinearlo una volta in più. Non fa mai male. Tre punti in trasferta che mancavano addirittura dal 4 ottobre scorso. Più di un girone fa. Ma l’aspetto importante da sottolineare, dopo il match di ieri, è uno: la voglia di vincere. Ieri pomeriggio la Juve Stabia è entrata in campo con una rabbia agonistica che non si vedeva da tempo. Un approccio importante, da grande squadra. A certificare il cambio di rotta ormai avvenuto. Padalino e i suoi hanno trovato la giusta quadra. Hanno trovato l’assetto tattico adatto dopo il calciomercato.

Quindi la domanda che sorge spontanea dopo queste tre partite (2 vittorie e un pareggio) è: “Dove sono i detrattori di mister Padalino?” Perché qui più qualcuno dovrebbe chiedere scusa al tecnico ma soprattutto al suo lavoro e alla sua voglia uscire dal periodo buio di gennaio. Tanti, troppi, volevano la testa del mister. Volevano il suo esonero o addirittura le sue dimissioni. Stile Gattuso a Napoli. E in fin dei conti la piazza di Napoli è molto simile a quella di Castellammare. Alla prima difficoltà il primo responsabile è sempre l’allenatore. Sbagliatissimo. Soprattutto perché Padalino con il materiale a disposizione stava e sta facendo un lavoro egregio. E quasi tutti gli allenatori avversari ne hanno elogiato le qualità del gioco e delle idee proposte in campo dalle Vespe.

LEGGI  Juve Stabia. Dalla Spal arriva un centrocampista per mister Caserta

Il futuro di questa squadra è in ottime mani. La prossima partita, importante perché un derby, sarà la prova del nove per questo gruppo. Vincere contro l’Avellino significherà confermare pienamente quello che era il vero obiettivo della Juve Stabia: un posto nei playoff e giocarsi le proprie carte per tornare in B.


Calcio

Impresa storica della Juve Stabia: Palermo distrutto 4-2

Pubblicato

il

Impresa storica della Juve Stabia: Palermo distrutto 4-2

Impresa incredibile della Juve Stabia al Renzo Barbera di Palermo: termina 4-2 per i ragazzi di mister Padalino grazie alle reti di Berardocco, Fantacci e doppietta di Marotta. Per i rosanero doppietta di Luperini. Una vittoria dal sapore storico, tre punti che rilanciano nuovamente la Juve Stabia in classifica.

Una prova di forza di quelle importanti, soprattutto per le tante assenze per questa trasferta: Cernigoi, Orlando, Garattoni, Vallocchia e Troest solo per citarne alcuni. Tutti titolari di una squadra che, però, non ha avuto alcun timore e nessuna paura di andare a Palermo e provare a compiere l’impresa. Impresa che già dopo i primi 7 minuti sembrava un vero e proprio Everest da scalare, quando Russo e Berardocco regalano letteralmente il gol del vantaggio ai padroni di casa. Un inizio schock, una mezz’ora scarsa di solo Palermo in campo. Poi è lo stesso Berardocco, con la fascia al braccio, a suonare la carica e a pareggiare il match con un mancino forte e preciso.

LEGGI  Juve Stabia, l'arma in più di mister Padalino: Jacopo Scaccabarozzi

Da lì in poi le Vespe hanno preso consapevolezza e hanno fatto una partita attenta e super cinica in avanti. La ripresa, infatti, è un festival del gol: prima Fantacci, bravissimo in ripartenza e a chiudere un triangolo con l’interessante Guarracino; poi è Marotta show con una doppietta in pochissimi minuti. A pochi istanti dal termine del match, Luperini trova il gol del 2-4 quando però manca troppo poco. Da segnalare l’espulsione di Lucca al 95esimo. La Juve Stabia compie un’impresa, c’è poco da aggiungere.

Continua a leggere