Seguici sui Social

Politica

Trenta nuovi posti letto al Covid-H di Bosco per l’assistenza respiratoria

Pubblicato

il


Con l’obiettivo di far fronte al notevole incremento dei casi covid che necessitano di supporto respiratorio registrato negli ultimi giorni, la direzione strategica dell’Asl Napoli 3 Sud ha deciso di incrementare la disponibilità di assistenza ventilatoria con ulteriori 30 posti letto allestiti presso il covid hospital di Boscotrecase oltre i 22 già disponibili.

La decisione scaturisce anche dalla situazione venutasi a creare presso i pronto soccorso aziendali, in particolare quello di Castellammare di Stabia, nei quali negli ultimi giorni si è verificato un notevole afflusso di ambulanze con a bordo pazienti in attesa di assistenza.

Sul fronte della necessità di personale qualificato (specialisti di area medica internistica) da dedicare alla nuova dotazione di posti letto a Boscotrecase, dopo aver esperito tutti i tentativi possibili, avvisi pubblici, concorsi e finanche contratti con partite iva, tutti andati deserti, la direzione Asl ha deciso di rimodulare l’offerta utilizzando temporaneamente al covid hospital alcune unità in servizio a Castellammare e a Torre del Greco.

LEGGI  Piano di mobilità, il Pd indica la strada: "Cimmino faccia un passo indietro e azzeri tutto"

Nel caso del Maresca l’area di pronto soccorso è stata liberata. I 10 pazienti ospitati sono stati riallocati al piano superiore che passa da 16 a 26 posti letto, lasciando così inalterata la capacità complessiva. Nel pronto soccorso, al termine dei lavori in atto, saranno disponibili ulteriori 6 posti letto di terapia subintensiva.

La direzione Asl Napoli 3 Sud intende ribadire che si tratta di scelte a carattere temporaneo e dovute all’emergenza. Alla fine della quale si prevede la riapertura del pronto soccorso di Torre del Greco.


Politica

L’ironia di Scafarto. Replica a Iovino (Pd): “Sono mortificato per non aver portato avanti i suoi progetti”

Pubblicato

il

SCAFARTO

Gianpaolo Scafarto replica con ironia agli attacchi di Francesco Iovino del Pd: “Iovino ha ragione quando celebra la messa di requiem. Sono stati 2 anni e mezzo di vacua azione amministrativa – è l’ironica risposta dell’assessore alla viabilità e padre del piano urbano – Sono mortificato nell’essere stato incapace di portare avanti i suoi progetti ma anche degli altri che lo hanno preceduto. Hanno lasciato una grande eredità che mio malgrado nonostante gli sforzi ed i miei modesti mezzi, non ho saputo raccogliere. Hai ragione Iovino, la mia azione è stata insufficiente, delirante, inconsistente… Etc… Mi auguro per il bene di Castellammare che tu Iovino e chi ti sostiene possiate presto passare dalle parole ai fatti, per riprendere quel magnifico percorso che avete iniziato molto tempo fa”.

Continua a leggere