Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, chiusa pizzeria in periferia per violazione dell’ordinanza sindacale sull’asporto

Pubblicato

il

Castellammare

Chiusura di cinque giorni per una pizzeria alla periferia Nord

Castellammare di Stabia. Una pizzeria è stata chiusa per cinque giorni dalla polizia municipale. Il provvedimento rientra nell’ambito di una stretta sui controlli alle attività commerciali messa a punto dalla polizia locale negli ultimi giorni. I caschi bianchi, sezione commerciale, agli ordini del comandante Antonio Vecchione e coordinati dal Tenente Donato Palmieri hanno sanzionato una pizzeria alla periferia della città. Si tratta della pizzeria Il Gazebo tra Via Traversa Varo e Via Napoli alla periferia nord della città. Al momento del controllo gli agenti hanno accertato che i titolari stavano vendendo a clienti alle ore 19 quindi oltre l’orario consentito.

Infatti secondo l’ordinanza firmata dal Sindaco Gaetano Cimmino è consentita la vendita da asporto fino alle 18. Dalle 18 alle 22 la vendita è consentita ma con la formula della consegna a domicilio. Per questo motivo gli agenti hanno provveduto a sanzionare il titolare dell’attività commerciale e chiuderla per cinque giorni dal 21 al 25 marzo. E’ la seconda attività commerciale chiusa per ora nella giornata odierna, nel pomeriggio sanzionato e chiuso negozio di abbigliamento in centro. I controlli sono ancora in corso. emidav

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Castellammare, controlli anticovid: chiuso negozio di abbigliamento in centro


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com