Connect with us

Cronaca

Castellammare, «il ponte può cadere»: Scala scrive al Sindaco

Published

on


«Facciamo presto, il ponte potrebbe collassare improvvisamente»

Castellammare di Stabia. Il Consigliere Comunale di Opposizione Tonino Scala ha scritto al Sindaco e all’Assessore ai lavori pubblici chiedendo di effettuare una verifica al ponte che sovrasta viale delle Terme e che collega il parco idropinico con il complesso termale stabiese. La struttura presenta alcune lesioni con fuoriuscita anche dell’armatura in ferro. «Il ponte è danneggiato – scrive Scala – Fate presto prima che sia troppo tardi. La vicenda è seria come dimostrano le foto. Al di là delle differenze politiche, dello scontro è della dialettica abbiamo il diritto dovere di intervenire prima che ci scappi il morto. Non sono un tecnico, ma da quel che vedo la parte della suola della trave, ossia l’appoggio dei templi prefabbricati, è estremamente degradata. Si vedono le armature, attaccate dall’ossidazione con diffusa corruzione. L’appoggio vicino al pilastro è seriamente degradato ed estremamente pericoloso. Come abbiamo potuto notare il altre tristi vicende, in questi casi non ci sono segni di preavviso, il ponte potrebbe collassare improvvisamente, è tipico in queste situazioni. Chiedo al Sindaco, all’assessore, al dirigente dell’Ufficio tecnico un sopralluogo ed un intervento ad horas. Mi auguro che le mie siano solo preoccupazioni».


Advertisement

Cronaca

Visita del comandante generale della guardia costiera al compamare di Castellammare

Published

on

Dopo l’episodio di aggressione ai danni di un militare la solidarietà dell’ammiraggio Carlone, comandante generale della Guardia Costiera

Castellammare di Stabia. Dopo l’episodio di aggressione di un militare della capitaneria di porto all’indomani di un’importante operazione di polizia giudiziaria volta al contrasto alla pesca di frodo dei datteri di mare è arrivato il gesto di vicinanza e solidarietà da parte dei vertici della Guardia Costiera. Quest’oggi infatti l’Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, Comandante generale della Guardia Costiera, si è recato in visita presso la Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, accolto dal Direttore Marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella, e dal Comandante della Capitaneria porto, Capitano di Fregata Achille Selleri.

LEGGI ANCHE:
Pesca frodo datteri mare, deserfiticate porzioni costa Penisola Sorrentina

Il Comandante generale, nella sua prima visita ufficiale a un Comando territoriale, ha scelto di recarsi proprio presso il Comando di Castellammare di Stabia, per portare a tutto il suo personale la propria vicinanza. Il Comando stabiese, infatti, ha recentemente concluso, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, una complessa operazione di polizia giudiziaria volta a reprimere gravi reati per disastro ambientale collegati alla raccolta dei datteri di mare. Operazione, questa, a seguito della quale il personale della Capitaneria ha ricevuto unanimi apprezzamenti da parte di esponenti politici e istituzionali, nonché della collettività locale, da sempre sensibile al contrasto di tale fenomeno illecito. Tuttavia, a fronte degli ottimi risultati conseguiti, diversi sono stati anche gli attacchi con finalità intimidatorie ricevuti dal personale coinvolto nell’esecuzione di alcune delle 21 misure cautelari disposte dalla magistratura. La presenza del Comandante generale, ha inteso pertanto attestare la vicinanza e la completa fiducia del vertice della Guardia Costiera nell’operato degli uomini e delle donne della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia che, a similitudine dei colleghi operanti su tutto il territorio nazionale, tutelano quotidianamente l’ambiente marino e il suo prezioso habitat.

LEGGI ANCHE: 
Castellammare, entra in Capitaneria ed aggredisce militare: l’uomo è un indagato dell’ inchiesta sui datteri di mare

Continue Reading

Trending