Seguici sui Social

Politica

Castellammare, il ritorno di Corrado che lancia la Conferenza di Città

L’ex vicesindaco boccia la giunta Cimmino e il consiglio comunale: «E’ inadeguato»

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. «L’Amministrazione Cimmino non è all’altezza di affrontare le sfide che attendono Castellammare». Ritorna, dopo una “pausa” di tre anni, Nicola Corrado, dirigente del Partito Democratico. L’ex vicesindaco interviene a gamba tesa sull’attuale amministrazione di centrodestra guidata da Gaetano Cimmino con un’intervista sulle colonne di Metropolis in edicola oggi. «Le ultime elezioni sono diventate una sorta di concorsone per disoccupati e così – incalza Corrado – la parte migliore della città scappa. L’unica possibilità che abbiamo per far risorgere Castellammare è proporre una classe dirigente seria, preparata e competente».

LEGGI ANCHE:
Rischio scioglimento, rush finale della commissione: acquisiti i dossier dell’opposizione

Per Nicola Corrado «l’amministrazione non è all’altezza perchè fa battaglie di retroguardia – prosegue nell’intervista – non ha idea compiuta di quello che vuole fare, come altre che l’hanno preceduta ha il limite di non riuscire a coinvolgere la città sulle scelte da compiere per programmare il futuro e purtroppo non ha un consiglio comunale adeguato». Per questo «dobbiamo ambire a un salto di qualità», serve «una conferenza di città, tre giorni in cui chiamare a raccolta giovani, professionisti, associazioni, parrocchie, tutto il mondo della cultura, per discutere e confrontarci sui progetti da mettere in campo». emidav


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com