Seguici sui Social

Politica

Luminarie, spunta il bando da 150mila euro dopo l’articolo di StabiaNews.it

Questa mattina via libera alla gara: previsti pupazzi di Walt Disney e luci ispirate a Viviani nel centro antico


Pubblicato

il

Luminarie-Castellammare

Dopo l’articolo di StabiaNews.it sui ritardi accumulati per luminarie ed eventi natalizi, il Comune di Castellammare corre subito ai ripari. All’articolo pubblicato sabato dalla nostra testata, la risposta è un via libera del dirigente al bando di gara. L’amministrazione Cimmino ha impegnato ben 150mila euro per le luci d’artista tra il centro cittadino e il centro storico. Sarà individuato un unico operatore, che dovrà realizzare luminarie decorative improntate al tema specifico “fiabe di Walt Disney” per il centro cittadino e la villa Comunale, mentre per il quartiere Centro Antico a tema ispirato all’artista stabiese Raffaele Viviani” con l’obiettivo di garantire un livello quantitativo e qualitativo superiore a quello degli ultimi anni.

Secondo i piani dell’amministrazione, dunque, le luci d’artista di questo Natale dovrebbero essere di gran lunga migliori a quelle installate negli anni precedenti. O almeno lo si spera. La grande novità è che il centro antico sarà addobbato, un’idea proposta sempre da noi di StabiaNews.it.

Daniele Di Martino


Continua a leggere

Politica

Annullato per ordine pubblico il concerto di Venditti: stop anche ai fuochi d’artificio

Parere negativo della Questura: forze dell’ordine impegnate a presidiare i quartieri caldi per bloccare i falò dell’Immacolata

Pubblicato

il


Non regge la motivazione fatta trapelare da Palazzo Farnese. Il concerto di Antonello Venditti è stato annullato (forse slitterà a ridosso delle festività natalizie) ma non per il maltempo. O comunque non solo. Ieri pomeriggio è arrivato lo stop da parte della Questura di Napoli, che ha espresso parere negativo all’evento che si sarebbe dovuto tenere in concomitanza con l’accensione dei falò illegali dell’Immacolata, nella serata del 7 dicembre.

Le forze dell’ordine, infatti, saranno impegnate con un importante spiegamento per il controllo del territorio e in particolare a presidiare i quartieri caldi, controllati dalla camorra, dove ogni anno si tenta l’accensione delle pire di legno accantonate in queste settimane. Motivo per cui non ci sarebbero le condizioni per garantire l’ordine pubblico sull’arenile, dove era in programma il concerto di Venditti. Tant’è che sono stati annullati anche i fuochi d’artificio programmati per la stessa serata della vigilia dell’Immacolata. Il piano del sindaco Gaetano Cimmino sembra saltato completamente e ora si sta tentando un disperato piano B per salvare il salvabile. Difficile, però, riuscire a organizzare in poco tempo qualcosa che distolga la cittadinanza dal seguire i falò abusivi e illegali che si cercheranno di mettere in piedi nei quartieri.
Gli organizzatori, invece, nelle ultime ore avevano fatto trapelare di problemi logistici legati al maltempo, con l’impossibilità a montare il palco che avrebbe ospitato Antonello Venditti. Una struttura che comunque avrebbe accompagnato l’artista romano in un concerto «unplugged», vale a dire acustico. L’evento sembra destinato soltanto a slittare, avendo il Comune impegnato già 170mila euro.
Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica