Seguici sui Social

Cronaca

Rivendita auto rubate, denunciato 56enne stabiese

Le indagini dopo la scoperta di un’auto rubata a Roma con targhe sostituite

Pubblicato

il

auto

La Polizia di Stato, nell’ambito di controlli tesi ad arginare il fenomeno del furto e riciclaggio di veicoli ha rinvenuto un’autovettura rubata a Roma il 23 ottobre scorso, con apposte targhe appartenenti ad altra auto simile. Le attività di contrasto sono state svolte dal personale della Sezione Polizia Stradale di Salerno nel territorio del napoletano confinante con la provincia salernitana.

In particolare, le indagini effettuate hanno portato al controllo di una rivendita di veicoli usati ubicata in Castellammare di Stabia, dove sono stati rinvenuti altri due veicoli di illecita provenienza, sempre oggetto di furto in Roma. La rivendita in argomento è stata sottoposta a controllo amministrativo a seguito del quale sono emerse irregolarità prontamente contestate.

E’ stato, inoltre, individuato altro sito collegato alla rivendita, dove a seguito di perquisizione sono stati rinvenuti un ulteriore veicolo rubato a Napoli e quattro motori di provenienza delittuosa. Il responsabile della rivendita ed utilizzatore del capanno, un 56enne di Castellammare di Stabia, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di riciclaggio e ricettazione. Sono in corso ulteriori e più approfondite indagini tese all’identificazione dei responsabili dei furti.


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com