Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, i commissari: «presto un piano per la bonifica dell’arenile»

Massima attenzione della commissione straordinaria sulla bonifica dell’arenile

Pubblicato

il

Castellammare

Castellammare di Stabia. Il commissario prefettizio Raffaele Cannizzaro ha espresso massima attenzione e pieno impegno ad adottare nel più breve tempo possibile, il piano di caratterizzazione e tutti gli atti propedeutici necessari alla bonifica dell’arenile. Lo fa sapere Luigi Cirillo, consigliere regionale M5S, in una nota. Il piano di caratterizzazione rappresenta l’insieme delle attività che permettono di ricostruire i fenomeni di contaminazione delle matrici ambientali per ottenere informazioni di base ai fini della bonifica o messa in sicurezza del sito ed è quindi propedeutico all’attività di bonifica.

LEGGI ANCHE:
Castellammare. Tuffi vietati e balli sull’arenile dei veleni in Villa Comunale

La commissione straordinaria,  presieduta da Cannizzaro, ha espresso massimo impegno affinché partano in tempi rapidi tutte le operazioni necessarie per la bonifica. Il consigliere pentastellato Luigi Cirillo ha fatto sapere di aver incontrato anche i dirigenti Arpac dopo un sopralluogo con l’assessore regionale all’Ambiente Bonavitacola nelle scorse settimane proprio sul litorale di Castellammare di Stabia. I funzionari dell’agenzia per la tutela ambientale si sono anche confrontati con i commissari straordinari, arrivati dopo lo scioglimento della precedente amministrazione, che hanno espresso la massima attenzione e pieno impegno ad adottare, nel più breve tempo possibile, il piano di caratterizzazione e tutti gli atti propedeutici necessari. «Stando a quanto comunicatoci dall’Arpac, a epilogo di una serie di esami commissionati dal Comune di Castellammare di Stabia, venne riscontrata la presenza di idrocarburi sopra la soglia consentita. Era il 2020 – afferma Cirillo – eppure, nonostante quei valori allarmanti, l’allora amministrazione guidata da Gaetano Cimmino non ha approvato alcun piano di caratterizzazione. Il commissario prefettizio – conclude Cirillo – si è impegnato affinché partano in tempi rapidi tutte le operazioni necessarie per restituire dignità al litorale della nostra città di Castellammare di Stabia». Emilio D’Averio

LEGGI ANCHE: 
Arenile stabiese inquinato, arriva l’assessore regionale: «Subito analisi dell’Arpac»


1 Commento

Rispondi

Cronaca

Domani allerta meteo, forti temporali e rischio frane

Pubblicato

il

Meteo-

La Protezione Civile della Regione, ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali anche di forte intensità su tutta la Campania  dalle 6 di domani mattina, domenica 25 settembre, alle 6 di lunedì 26 settembre, su tutta la Campania.

Il livello di criticità idrogeologica e Idraulica è:

 Arancione sui settori centro-settentrionali e, in particolare, sulle zone 1, 2, 3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) con temporali di forte intensità e un conseguente rischio idraulico e idrogeologico diffuso anche con possibili frane, colate rapide di fango, caduta massi, instabilità di versante, allagamenti, voragini.

Giallo su tutto il resto della regione, ma con temporali che in ogni caso potrebbero essere intensi e un conseguente rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi in territori particolarmente fragili, possibili allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti in ordine al rischio idrogeologico per forti temporali, in linea con i rispettivi Piani comunali.

Si segnala altresì la possibilità di fulmini.  Prestare attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy