Seguici sui Social

Politica

Mercato del Savorito chiuso per lutto, il Pd chiede chiarezza

Pubblicato

il

Lutto

“Chiediamo chiarezza su quanto accaduto al rione Savorito”. È il Pd ad alzare la voce dopo lo stop del mercato rionale nel giorno di lutto per la morte del parente del boss.

“Siamo sconcertati di fronte alla notizia apparsa sugli organi di stampa del mercato settimanale vietato al Rione Savorito dopo la morte del cognato del boss del quartiere – si legge nella nota – È giusto che le forze dell’ordine e la procura facciano il loro lavoro vorremmo però capire come è possibile che si sia vietato nel “silenzio” il regolare svolgimento del mercato rionale.
Episodi come questi, soprattutto in quella fetta di città, sono l’ennesima prova dell’assenza dello Stato. Non basta sciogliere un comune per infiltrazioni camorristiche se poi tutto viene lasciato così come è.
È a Savorito, è a Moscarella, è a Ponte Persica, è a Scanzano, è a Fontana Grande, è nel centro antico che lo Stato, le istituzioni e tutte le forze sociali non devono mai far mancare la propria presenza. Il divieto dello svolgimento di un mercato in segno di lutto è un fatto gravissimo che non può essere derubricato ad un semplice episodio di cronaca. Sulla camorra non si scherza.
La lotta alla criminalità organizzata è e sarà sempre un tema identitario delle forze del campo progressista e riformista. Come partito cittadino abbiamo sollecitato l’intervento del nostro gruppo parlamentare affinché si faccia chiarezza sull’intera vicenda”.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com