Seguici sui Social

Cronaca

Muore il cognato del boss, il mercato del Savorito chiude per lutto

Pubblicato

il

Rione-Savorito

Mercato rionale annullato in segno di lutto per la morte del cognato del boss. E’ così che la camorra impone le sue regole nel quartiere Savorito a Castellammare di Stabia. Il Bronx Faito è la piazza di spaccio per antonomasia nell’area stabiese e fino qualche anno fa era la piazza di spaccio più grande della Campania. A gestirla era ed è, anche se decimata dalle forze dell’ordine, la famiglia Imparato. I Paglialoni. Nel quartiere dove nella notte dell’ otto dicembre 2018 furono bruciati due manichini per lanciare un chiaro segnale ai collaboratori di giustizia. Quel quartiere dove sempre nel 2018 il capoclan irruppe in un’assemblea elettorale di un candidato sindaco e dichiarò di essere “l’amministratore del Savorito” e che li comandava lui.
Ed è proprio per la morte del cognato del capo dei Paglialoni che i mercatali ieri hanno dovuto fare marcia indietro dovendo rinunciare alla giornata di lavoro. Secondo alcune indiscrezioni gli ambulanti, giunti sul posto, sono stati “invitati” a non aprire la loro bottega in segno di lutto. Rispetto per un defunto chiesto con l’arroganza della camorra che anche a Castellammare continua ad imporre le sue regole.


Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com