Seguici sui Social

Cronaca

Manifestazione contro la violenza, il Parroco don Salvatore chiama a raccolta la città

Pubblicato

in



Castellammare di Stabia. Una manifestazione contro la violenza in città e dire no alla criminalità organizzata. La città delle acque si riunirà venerdì in una manifestazione dopo l’aggressione all’appuntato dei carabinieri Giovanni Ballarò avvenuta venerdì sera. La manifestazione, organizzata da Don Salvatore Abagnale, ha avuto il sostegno del Vescovo Francesco Alfano e del Sindaco Gaetano Cimmino che hanno fatto sapere di partecipare all’evento che si celebrerà nei pressi della Cassarmonica. “Dopo gli episodi di assurda violenza che si sono verificati negli ultimi giorni, culminati con la vile aggressione in pieno stile camorristico ai danni di un carabiniere, la Castellammare onesta ha deciso di alzare la voce e farsi sentire  – si legge in una nota  –  Le Associazioni cittadine, Le Parrocchie, le Istituzioni e i cittadini tutti, al grido “NOI SIAMO DI PIU'” si ritroveranno tutti insieme Venerdì 07 Agosto alle 18.30, in villa comunale, nei pressi della Cassa Armonica, per una manifestazione di solidarietà al carabiniere vittima dell’aggressione, alle forze dell’ordine impegnate quotidianamente sul territorio e soprattutto per dire basta alla violenza come stile di vita. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Riprendiamoci Castellammare perché NOI SIAMO DI PIÙ”.

Cronaca

Castellammare. Docente positiva al Coronavirus

Pubblicato

in

Una docente dell’istituto Alberghiero risultata positiva al tampone

Castellammare di Stabia. Potrebbe essere a rischio l’apertura dell’anno scolastico per l’istituto Raffaele Viviani (Alberghiero ndr) di Castellammare di Stabia per una docente che sarebbe risultata positiva al Coronavirus. La notizia si apprende da fonti scolastiche. I sindacati già avrebbero richiesto una riunione urgente per cercare di capire come gestire l’apertura della scuola agli alunni giovedì. Intanto la questione si sposta sulla rete dei contatti della donna.

A contatto con la docente risultata positiva oltre ai colleghi e alla dirigenza ci sarebbe stato tutto il personale ATA nel corso di una riunione tenutasi 4 giorni fa. Nessuna delle persone venute a contatto con la donna sarebbero state avvisate delle misure di contenimento e precauzione da mettere in atto così come previste dai protocolli. La docente ha scoperto di essere positiva dopo aver accusato sintomi riconducibili al Coronavirus e si è sottoposta a test che ne ha confermato la positività.

 

Continua a leggere

Trending