Seguici sui Social

Politica

Rimpasto di giunta, le grandi manovre della Martusciello’s band. Accordo blindato con due consiglieri davanti a un caffè

Pubblicato

in



Gran caffè Napoli, uno dei covi della sinistra stabiese. Ad andare in scena, in uno dei locali più inn di Castellammare, è la reunion dei “Martuscielliani”, i seguaci dell’europarlamentare di Forza Italia capace di mettere all’angolo la Cesaro’s dinasty. Al tavolo con uno dei fondatori del partito di Berlusconi, da sempre vicino al Cavaliere, c’erano la neo consigliera regionale Annarita Patriarca e i mariti di due consigliere comunali di maggioranza. L’obbiettivo? Tracciare una linea da portare avanti in consiglio regionale grazie all’elezione di Annarita Patriarca. Ma non solo. La componente “martuscielliana” vuole far valere il risultato raggiunto alle regionali e la centralità nella componente nel partito “liberato” da Cesaro. E quindi inevitabile anche un passaggio sull’imminente rimpasto di giunta. Con due consiglieri comunali di fede “martuscielliana” sarà difficile non tenere in considerazione le proposte che arrivano dal gruppo di fedelissimi dell’eurodeputato azzurro.

Daniele Di Martino

Pubblicità

Politica

Scafarto si dimette, il sindaco tentenna: “Decidiamo insieme”. Ma la maggioranza spinge per l’addio dell’assessore

Pubblicato

in

Gianpalo-Scafarto

L’assessore Scafarto si dimette, il sindaco tentenna. Gaetano Cimmino non ha ancora deciso se accettare o meno le dimissioni delle’ex maggiore del Noe, oggi rinviato a giudizio nell’ambito del processo Consip.
“Ho apprezzato il senso di responsabilità mostrato dall’assessore Scafarto – fa sapere il sindaco Cimmino – La sua volontà di rassegnare le sue dimissioni a seguito di un rinvio a giudizio, e non di una condanna, è un gesto nobile che rivela le sue doti umane e il suo profondo rispetto nei confronti delle istituzioni, caratteristiche che vanno di pari passo con le qualità professionali che ho avuto modo di constatare sempre in questi due anni. Qualità di cui ero certo sin dal giorno in cui l’ho nominato in qualità di assessore tecnico nella mia giunta. La giustizia farà il suo corso. E mi auguro che Scafarto saprà dimostrare la sua innocenza all’esito del processo. Nei prossimi giorni avrò modo di confrontarmi in maniera più approfondita con lui per valutare insieme il da farsi”.
Nel frattempo le forze di maggioranza spingono per accettare le dimissioni, il sindaco così finisce all’angolo. Tra incudine e martello. Nei giorni in cui potrebbe materializzarsi il rischio zona rossa per Castellammare.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending