Seguici sui Social

Cronaca

Covid, situazione critica nell’Asl Napoli 3 Sud. Il Direttore: Gli ospedali reggono ma con difficoltà

Pubblicato

il



Registrato un picco di accessi, c’è il rischio di saturazione dei posti letto. Pensiamo a crearne altri

«Pensiamo a nuovi posti Covid all’ospedale di Boscotrecase». A dirlo è Gennaro Sosto, direttore generale dell’ASL Napoli 3 Sud che commenta la situazione ospedaliera negli ultimi giorni. «Siamo in una situazione di progressiva saturazione legata a quello che appare il picco della cosiddetta terza ondata, nella quale le strutture ospedaliere della Napoli 3 Sud riescono ancora a reggere ma con estrema difficoltà».

LEGGI ANCHE: Castellammare. Ospedale “sold-out”: sono 7 le ambulanze in fila al San Leonardo

La terza ondata sta mettendo a dura prova il sistema ospedaliero, le criticità maggiori si registrano proprio nell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia che fa da filtro con gli ospedali Covid del comprensorio. «Abbiamo – dice – ancora qualche posto Covid libero nelle strutture specializzate, ma registriamo molti accessi nei pronto soccorso di Castellammare di Stabia e Nola, non riuscendo a fare migrare con facilità le persone affette da Covid presso le strutture specializzate. Anche per questo stiamo ipotizzando di ampliare ulteriormente l’hub di Boscotrecase, dove già  abbiamo superato i cento posti letto. Ci apprestiamo a individuare altri, tenendo conto però della generale carenza di personale medico specializzato, criticità questa che riguarda non solo la Campania ma ritengo tutta Italia. Siamo dunque alla ricerca spasmodica di nuove risorse.  In definitiva – conclude Sosto – possiamo dire di essere in una situazione di faticoso equilibrio, nella speranza che a breve si possano avvertire gli effetti dell’introduzione della zona rossa, oltre all’auspicio che come l’anno scorso ad aprile possano calare gli accessi».


Cronaca

Castellammare, 14enne insulta i carabinieri: denunciato

Pubblicato

il

Controlli straordinari in città: 11 sanzioni e quattro denunce dei carabinieri

Castellammare di Stabia. Operazione di controllo straordinario dei carabinieri a Castellammare di Stabia nella giornata di ieri dove sono state sanzionate 11 persone per violazione delle norme anticovid, nello specifico il mancato utilizzo della mascherina, e quattro denunce. I militari della compagnia stabiese insieme a quelli del Reggimento Campania hanno controllato 103 persone e 35 veicoli. Denunciato per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale un 14enne del rione Moscarella e già noto alle forze dell’ordine: ha minacciato e insultato i militari cercando di sottrarsi al controllo.

LEGGI ANCHE:
Castellammare, dal Plinio Seniore una lettera a Draghi: «Riaprire significa vanificare tutti i nostri sacrifici»

Un incensurato di 19 anni, invece, dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio. In Via Traversa don Bosco è stato trovato in possesso di una stecca di hashish e 461 euro in banconote di piccolo taglio, somma ritenuta provento illecito. E ancora, un 33enne del posto è stato denunciato perché durante un controllo ha fornito ai militari false generalità. Infine un 45enne di Pompei è stato sorpreso alla guida di una moto da corsa nonostante non avesse mai conseguito la patente. Non sono mancate le sanzioni alla normativa anti-contagio: 11 le persone multate perché senza dpi. La metà di queste non aveva alcun motivo valido per essere in strada.

Continua a leggere