Seguici sui Social

Cronaca

Discarica a cielo aperto sui boschi di Quisisana

Pubblicato

il

Quisisana


Castellammare di Stabia. E’ una discarica a cielo aperto la strada che porta ai boschi di Quisisana. Un problema atavico quello dell’abbandono dei rifiuti al quale non si riesce a trovare una soluzione. Uno scempio ambientale, come mostrano le immagini della vergogna, che si verifica ancora una volta. Il polmone verde della città alla mercé di incivili che lo scelgono per depositare rifiuti di ogni genere. Si tratta di mobili vecchi ma anche rifiuti speciali dovuti a lavorazione edile.
Non solo i boschi di Quisisana, le discariche abusive spuntano nelle zone periferiche della città dove il controllo del territorio è meno frequente o pressocché assente.

LEGGI ANCHE:
Discarica abusiva a Quisisana, rifiuti speciali abbandonati sui boschi


Cronaca

Castellammare, termina la prima fase del progetto “un calcio all’autismo”

Una 20ina i ragazzi del comprensorio coinvolti in attività ludico-ricreative

Pubblicato

il

Quisisana

Castellammare di Stabia. Si è conclusa la scorsa settimana la prima fase del progetto “un calcio all’autismo” organizzato e promosso dall’associazione infermieristica “Attori per Amore”. Il progetto ha coinvolto una 20ina di ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni e si è articolato in una serie di iniziative ludico-ricreative con l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi a socializzare tra loro e stare insieme. A dare corpo al progetto, che vede come responsabile Leonardo Savino, fortemente voluto dell’associazione presieduta da Vincenzo Passaro, c’è stata una corposa collaborazione di tanti volontari che hanno arricchito la propria esperienza fornendo un supporto al buon esito del alla manifestazione che riprenderà subito dopo l’estate.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica