Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, rinviato l’abbattimento della villetta abusiva a Via Schito

Il manufatto, costruito oltre vent’anni fa, verrà demolito per effetto di sentenza del Tribunale di Torre Annunziata


Pubblicato

il

Castellammare di Stabia. Rinviato l’abbattimento di una villetta dichiarata abusiva su Via Schito. Le ruspe avrebbero dovuto iniziare oggi le operazioni di demolizione che però slittano ai prossimi giorni. Fin da questa mattina forze dell’ordine, ufficio tecnico, vigili del fuoco e tecnici hanno eseguito tutte le procedure propedeutiche per l’inizio della fase di abbattimento. I proprietari dello stabile, al cui piano terra vi è anche una scuola dell’infanzia, regolarmente autorizzata, hanno chiesto alla Procura di procedere autonomamente alla demolizione. Una richiesta che in prima fase è stata bocciata per scadenza di termini ma che sarebbe stata ripresentata.

LEGGI ANCHE: 
Arrivano le ruspe in periferia, ordinati quattro abbattimenti

I tecnici dei rispettivi servizi hanno provveduto anche a staccare le utenze mentre  fino a tarda sera gli occupanti hanno completato le operazioni di trasloco e sgombero dei locali in cui vivono tre nuclei familiari. Solo dopo aver sgomberato tutto si potrà procedere con l’abbattimento che, in ogni caso, verrà eseguito per effetto di una sentenza definitiva emessa dal 2017 dalla Procura Oplontina. Obiettivo delle famiglie è di ottenere la demolizione a spese proprie cercando almeno di contenere i costi. Ma non sarà l’unico abbattimento: prossimamente toccherà anche un edificio di via Ponte Persica e un’altra abitazione di Traversa Savorito.


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Castellammare, rivoluzione strisce blu: aumenta la sosta a pagamento in centro

Cambia la tariffa in centro e in periferia

Pubblicato

il


Castellammare di Stabia. Aumenta la sosta a pagamento nelle strisce blu in centro e diminuisce invece in periferia. E’ il piano stabilito dall’amministrazione comunale che sta predisponendo tutti gli atti per la nuova gara che vedrà l’affidamento del servizio di sosta a pagamento nella città di Castellammare di Stabia per i prossimi cinque anni. Attualmente questo tipo di lavoro è svolto dalla società Tmp. Le nuove tariffe prevedono una diminuzione del costo lungo le strade periferiche ed un aumento per le vie del centro. La sosta costerà due euro ogni ora dopo la prima che costerà sempre un euro mentre in periferia costerà cinquanta centesimi. Non ci sarà, almeno per ora, una tariffa differenziata tra residenti e non residenti come avviene anche in alcuni comuni limitrofi.

Tra le strade che vedranno l’aumento c’è tutta la “fascia costiera” da via Duilio all’intero Corso Garibaldi passando anche per strade interconnesse come Corso Vittorio Emanuele, parte di Corso De Gasperi, Via Gaeta, Via Michetti, Traversa Palazzo Terme, Traversa del Marinaro, Via Santa Maria dell’Orto e via IV Novembre. L’intervento rientra nell’ambito del nuovo piano urbano di mobilità voluto dall’amministrazione comunale a guida Gaetano Cimmino. L’aumento della sosta ha come obiettivo quello di disincentivare l’utilizzo delle automobili per raggiungere il centro città ed incentivare l’impiego di mezzi pubblici o ecosostenibili. L’annuncio di questa rivoluzione l’anno scorso e non furono poche le polemiche come del resto per tutto il piano di mobilità. Il nuovo “prezzario” andrà in vigore non prima del 2022 quando ci sarà una nuova impresa a gestire il servizio della sosta a pagamento.

 

Leggi anche: 
Castellammare, senso unico su Via Napoli: residenti sul piede di guerra

Continua a leggere

Trending