Seguici sui Social
PUBBLICITA


Calcio

La squalifica di Canotto complica i piani di mister Caserta

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Luigi squalificato per tre giornate. Gesto da condannare, lascia la squadra in un momento delicatissimo.

Il giudice sportivo ha squalificato per 3 turni Luigi Canotto dopo la rissa di ieri pomeriggio con Coppolaro, giocatore dell’Entella. Una sanzione pesante, pesantissima per il destino della in Serie B. Canotto, in questa seconda parte di stagione, si è trasformato quasi definitivamente in una seconda punta. Lui è stato scelto come spalla di Bomber Forte e lui rappresentava quella scheggia impazzita pronta ad aprire gli spazi con i suoi tagli e aiutare i suoi compagni di reparto in zona gol.

Tralasciando tutte le questioni extra campo tra denunce e post gara bollente, questa squalifica di tre turni sarà decisamente complicata da sopperire per mister Caserta. Questo per due motivi principali: innanzitutto le partite sono sempre ravvicinate e le prossime tre saranno decisive per Caserta e i suoi, commettere un’ingenuità del genere e farsi espellere non aiuterà certamente l’allenatore nelle scelte e nelle rotazioni; ma non solo, anche per quanto riguarda una questione prettamente tecnico-tattica: in rosa mister Caserta non ha tantissime scelte per sostituire Canotto. Rossi si è dimostrato decisamente inadeguato per la categoria; Cissè è più infortunato che a disposizione; Bifulco è discontinuo e non garantisce gli strappi di Canotto; infine Di Mariano, tanto impegno per lui ma incisività nel match veramente poca.

La spalla perfetta di Francesco Forte verrà a mancare per tre giornate e a Frosinone, in casa contro il Chievo e a Venezia sarà ancor più difficile creare occasioni da gol. Per questo motivo il gesto di Luigi Canotto va condannato assolutamente. In un momento così delicato, queste azioni vanno evitate senza se e senza ma. Così come le espulsioni di Ricci e Germoni (addirittura dalla panchina). I tifosi gradirebbero vedere questa rabbia solo ed esclusivamente per recuperare un pallone e andare a fare gol. Questa mancanza di lucidità va analizzata e vanno ricercate soluzioni immediate per riportare il sereno. Vincere, già la prossima (difficile) partita potrebbe aiutare l’intero ambiente.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Juve Stabia, Lia: “Che gioia esordire con questa maglia”

Avatar

Pubblicato

il

Damiano Lia, dopo l’infortunio e dopo aver esordito finalmente con la maglia della , ha parlato ai microfoni della società. Queste le sue parole raccolte dalla nostra redazione:

“Finalmente è arrivato l’esordio, lo aspettavo da tanto. Non vedevo l’ora di esordire con questa maglia. L’anno scorso, problemi fisici a parte, Caserta non mi ha mai dato la possibilità di esordire. Io ho sempre dato il massimo, ho la coscienza pulita. La mia condizione fisica non è massimale, mi sono operato da poco. Farò il possibile per recuperare la condizione, poi sarà il mister a decidere. Ora dovrò allenarmi per trovare altre opportunità e dimostrare di voler giocare per questa piazza. Sono un terzino a cui piace spingere. Non sono ancora pronto per i 90 minuti, ma sarà sempre il mister a decidere e se dovrò fare tutta la partita la farò. La prima cosa è aiutare la squadra. “

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Trending